Il giardino consapevole

Conoscere il ciclo delle piante erbacee perenni per una manutenzione consapevole in giardino

La riuscita di un bel giardino o di un terrazzo è fortemente basata sul progetto delle piante che vengono selezionate e poi messe a dimora. Ormai da tanti anni proponiamo le piante erbacee perenni che offrono una bassa manutenzione accompagnata da una meravigliosa resa dal punto di vista della fioritura. Quando introduciamo le perenni nel progetto del verde spieghiamo ai nostri clienti che si tratta di quel tipo di piante che più si avvicina a quelle spontanee presenti in natura nei boschi, nei prati e nel paesaggio.

Il grande vantaggio dell’impiego delle piante erbacee perenni è che, come dice il nome stesso, sono per sempre e non vanno ripiantate l’anno successivo. L’entusiasmo di chi le accoglie nel proprio giardino è necessario che sia poi seguito da una semplice e fondamentale consapevolezza di come si evolverà quell’insieme di piccole piante nell’arco dell’anno. Oltre alla dimensione che raggiungerano in altezza le piante, ogni anno sarà sempre la stessa, è basilare conoscere il periodo di fioritura che può essere in primavera, in estate o in autunno. Così come è essenziale sapere che dalla fine dell’autunno fino al successivo inizio della primavera la maggior parte delle piante erbacee perenni va in riposo vegetativo. Con il freddo, esattamente come avviene per gli alberi, le foglie delle piante perenni ingialliscono si seccano e cadono. Può capitare di non accorgersi di questa evoluzione perchè non essendo le foglioline così tante come quelle di un grande albero normalmente è il vento stesso che le porta via. Se invece si nota che sta iniziando a seccare la pianta si può provvedere a rimuovere la parte ingiallita facendo attenzione di non toccare le radici. Queste ultime è molto importante che nella stagione invernale stiano lì tranquille sotto terra poichè da una fase dormiente invernale appena aumenterà la temperatura riprenderanno il loro ciclo formando le nuove foglioline e poi nei mesi successivi i fiori.

E’ nostro compito fornire ai nostri clienti tutte queste informazioni in fase di progetto e a noi piace molto raccontare i dettagli relativi alle piante che proponiamo nei giardini o nei terrazzi. Capita però che il primo anno in cui si è realizzato uno spazio verde il cliente vedendo come dei vuoti di terra nelle bordure che si ricorda piene e fiorite nelle altre stagioni si faccia prendere dal panico pensando che qualcosa sia andato storto. Ricordate che la natura è fatta di cicli e che la migliore manutenzione è quella in cui si è consapevoli di come funzionano le piante.

Come va il vostro giardino in inverno? Siete sempre attenti e lo monitorate anche nella stagione fredda o ve lo dimenticate per poi riscoprirlo in primavera?

Per INFO e PROGETTI di giardini e terrazzi a manutenzione consapevole scriveteci a info@verdearchitettura.it

Curiosate anche sul nostro sito ufficiale —> www.verdearchitettura.it

Siamo disponibili per un contato telefonico diretto o se volete lasciare un messaggio sarete ricontattati

 * arch. Silvia Refaldi —> 328 / 6766443  * arch. Marzia Brandinelli —>349 / 7601761 * studio —>  02 / 36709755