Un anno molto Greenery con VERDEarchitettura

Il nuovo anno è cominciato già da qualche settimana, avete fatto buoni propositi? Nuovi obiettivi e nuovi sogni ci attendono per diventare realtà? Certo… ovviamente in GIARDINO!!!

VERDEarchitettura_b_greenery01_giardino-barlassina

Ogni anno a dicembre PANTONE® annuncia il colore dell’anno e viene scelto un colore che rifletta una sensazione ritenuta importante per quel momento e che possa ispirare e influenzare i trend del design, della moda e anche del cibo. Non abbiamo mai considerato più di tanto questo fattore per il nostro lavoro che, più che con le mode, ha a che fare con l’essenza della natura e la necessità di scegliere piante, materiali e sistemi corretti per ogni progetto con la finalità di ricreare ambienti da vivere all’aperto in pieno relax. Quest’anno però siamo stati sorpresi dalla scelta del colore “Greenery” una tonalità naturale e luminosa di VERDE. Una fresca e frizzante tonalità di giallo-verde che evoca i primi giorni di primavera quando le sfumature di verde della natura si risvegliano, si riaccendono e tornano ad essere più belle che mai.

VERDEarchitettura_b_greenery02_pantone-color-of-the-year-2017

Siamo rimasti molto colpiti anche dalle motivazioni comunicate nella presentazione. Greenery significa: *armonia intrinseca della natura *nuovi impulsi * freschezza *necessità di natura  *ricerca di passioni personali *vitalità *sperimentare *reinventare *leggerezza “…c’è un crescente desiderio di ringiovanire, e sentirsi rivitalizzati… simboleggia la nostra voglia di recuperare il legame con la natura, con gli altri e di prefiggersi un fine più importante…”

Beh, se è così, noi di VERDEarchitettura abbiamo scoperto di essere già da tempo molto Greenery. Tutte queste insieme ad altre sono componenti essenziali dei progetti e delle realizzazioni dei nostri TERRAZZI e GIARDINI.

VERDEarchitettura_terrazzo giallo milano san siro_05

Allora siete pronti a uscire in terrazzo, a scendere in giardino o a camminare in un parco? Noi si!!!! Siamo pronti a non perdere il momento magico dello spuntare delle foglie e ad ammirare la bellezza dei paesaggi naturali. Facciamo insieme un bel respiro profondo è arrivato il momento di ossigenarsi e attingere nuova linfa.

VERDEarchitettura_b_greenery03_paesaggio campagna milanese

Certo ora è ancora un po’ presto, per cui aspettando la primavera rinnoviamo i nostri auguri di Buon Anno e vi lasciamo con questa bella ispirazione di foglie verdi lussureggianti di felci e filodendro (Philodendron gloriosum ‘Andrè’) fotografate quest’estate in Scozia durante la nostra visita al Royal Botanic Garden of Edinburgh.

verdearchitettura_b_greenery04_felci e filodendri giardino botanico edimburgo

Photo by VERDEarchitettura and by courtesy of  PANTONE®

 

Articolo sul Corriere della Sera, 10 luglio 2016

Il CORRIERE DELLA SERA sceglie un terrazzo progettato da VERDEarchitettura per inaugurare la nuova rubrica “ESTATE IN TERRAZZO” che uscirà ogni domenica d’estate nelle pagine “Cultura e Tempo libero” di Milano.

Tra montagne e tramonti colorati. Milano, metropoli a cielo aperto | Piante, mini orto e angoli appartati. Abitare e scoprire la città dall’ultimo piano di una casa affacciata sul Parco Trotter. <<Il terrazzo è stato ristrutturato scegliendo un arredo che ricorda il mare: tra bamboo, melograni e piastrelle di Vietri dipinte a mano. … La coppia non ha il pollice verde. … Per questo quando ha ristrutturato, alle paesaggiste  di VERDEarchitettura Silvia Refaldi e Marzia Brandinelli ha dettato regole chiare: spazio d’impatto, ma con bassa manutenzione>>

Corriere della Sera | 10 luglio 2016 | Testo Marta Ghezzi | Foto Duilio Piaggesi

Va_2016_Corriere della Sera 10-07-2016 terrazzo a milanoVa_immagini corriere_02_150 terrazzo verdearchitetturaVa_immagini corriere_01_150 terrazzo milano verdearchitetturascarica il PDF dell’ articolo

Ecco il link al sito del Corriere.it

8 piante perfette per attirare le farfalle in giardino

Come creare in modo semplice ed economico un’oasi per attirare farfalle e insetti impollinatori fuori dalla porta di casa.

Le piante che producono il nettare attirano gli insetti impollinatori che si nutrono di questo per volare, riprodursi e sostare durante i loro spostamenti. E’ possibile aiutare le farfalle aggiungendo nel proprio giardino o terrazzo qualche vaso per coltivare piante che producono molto nettare mettendo a disposizione un sorta di “stazione di rifornimento” per gli insetti impollinatori. Ecco un elenco di piante facili da coltivare in contenitore che si possono mettere a dimora in questo periodo e che fioriranno in estate. Si può pensare ad un vaso per ogni pianta, oppure comporre una bordura con tutte le 8 piante, in questo caso servirà una fioriera più grande. Si tratta di piante erbacee annuali e perenni che si possono trovare in garden ben riforniti.

LE PIANTE

Va_Cosmos bipinnatus Echinacea purpurea 01 giardino farfalle

  • Cosmos bipinnatus (annuale per esposizione in pieno sole, fiorisce da giugno a settembre, fiore rosa, altezza 60-70 cm, portamento aereo)
  • Echinacea purpurea (perenne per esposizione in pieno sole, fiorisce da luglio a settembre, fiore rosa fucsia, altezza 90-110 cm, portamento compatto con grandi infiorescenze a forma di margherita)

Va_Geranium Rozanne Liatris spicata 02 giardino farfalle

  • Geranium ‘Rozanne’ (perenne per esposizione sole/mezz’ombra, fiorisce generosamente da giugno a ottobre, fiore violetto, altezza 34-40 cm, portamento tappezzante)
  • Liatris spicata (pianta perenne per esposizione in sole/mezz’ombra, fiorisce da luglio a settembre, fiore rosa-lilla, altezza 40-50 cm, portamento compatto)

Va_Lucanthemum superbum Nepeta faassenii 03 giardino farfalle

  • Leucanthemum x superbum (perenne per esposizione a pieno sole, fiorisce per molte settimane in estate da giugno a settembre, fiore bianco della classica margherita, altezza 50-60 cm, portamento cespitoso)
  • Nepeta faassenii  (perenne per esposizione sole/mezz’ombra, fiorisce da maggio ad agosto, fiore blu scuro, altezza 20-30 cm, portamento elegante)

Va Origanum vulgare Salvia nemorosa giardino farfalle

  • Origanum vulgare (pianta perenne per esposizione in pieno sole, molto profumato, fiorisce da giugno ad agosto, fiore rosa chiaro, altezza 30-35 cm, portamento compatto)
  • Salvia nemorosa ‘Caradonna’ (perenne per esposizione in pieno sole, fiorisce da luglio a settembre, fiore violetto scuro, altezza 60-70 cm, portamento slanciato)

I VASI

  • Vi consigliamo di scegliere per ogni pianta un vaso diverso, sia per forma, materiale, che colore. La cosa migliore è recuperare vasi o contenitori che non utlizzate più e dipingerli
  • Verificare che ognuno dei vasi scelti sia dotato sul fondo di un foro per il deflusso dell’acqua e nel caso non lo fosse bucarlo
  • Riempire la base dei vasi con uno strato di materiale inerte (argilla espansa, cocci o ghiaietto) per l’altezza di circa 1 cm
  • Versare sopra al materiale drenante un primo strato di terriccio a contatto del quale verranno poste le radici, o il pane di terra della pianta
  • Adagiare la piantina che avete scelto girandola nella posizione che più vi piace e infine aggiungere ancora terriccio nelle zone laterali, comprimendo bene e facendo attenzione a non coprire il colletto della pianta
  • Scegliere una buona posizione al sole o a mezz’ombra, a seconda delle esigenze delle piante scelte
  • Bagnare dopo la messa a dimora e successivamente in modo regolare

BUON DIVERTIMENTO!!! Inviateci qualche immagine delle vostre Oasi per farfalle e se siete bravi fotografi anche delle farfalle!!!

© VERDEarchitettura

 

 

Terrazzo in giallo

Il colore giallo è espressione di luce, concretezza ed ottimismo. Ricorda il colore del sole, è sinonimo di vivacità, estroversione, leggerezza, crescita e cambiamento. Utilizzarlo stimola la razionalità e la parte sinistra del cervello. E’ un colore primario che rappresenta nell’immaginario collettivo molte qualità positive come l’intelligenza, la bontà e la fede.

VERDEarchitettura_terrazzo giallo milano san siro_09

All’ultimo piano di una residenza in zona San Siro a Milano abbiamo creato un terrazzo che aveva la necessità di diventare il luogo all’aperto dell’abitazione per permettere ai proprietari di trascorrere momenti indimenticabili proteggendosi dal vento e dallo sguardo dei vicini. Le tende e le coperture sono state al centro delle tematiche del progetto.

VERDEarchitettura_terrazzo giallo milano san siro_04

Al di sopra di una nuova pedana che abbiamo progettato in doghe di legno per esterni, abbiamo proposto due tipi di coperture da abbinare a seconda delle stagioni. La copertura più grande è di tipo fisso e ha una forma che riprende il classico padiglione a punta sormontando la zona living all’aperto. In questo modo la protezione dal sole, dalla pioggia e dal vento è completa. La seconda tenda orizzontale è stata realizzata per la zona pranzo all’aperto ed è di tipo mobile, con comando elettrico e telo ombreggiante a tenuta della pioggia con movimento ad onde. Tende d’arredamento verticali in tessuto naturale, che vengono applicate solo durante la bella stagione, completano la scenografia.

VERDEarchitettura_terrazzo giallo milano san siro_05Per mascherare le pareti irregolari del terrazzo e delle parti tecniche esistenti sono state progettate e realizzate strutture per sostegno di rampicanti che nel giro di un anno dalla messa a dimora delle piante hanno creato una sorta di nuovo rivestimento vegetale.

VERDEarchitettura_terrazzo giallo milano san siro_07

VERDEarchitettura_terrazzo giallo milano san siro_08VERDEarchitettura_terrazzo giallo milano san siro_06Le scelte delle piante hanno privilegiato fioriture sui colori del giallo e del bianco in contrasto con la base del fogliame verde di piccoli arbusti sempreverdi e delle piante rampicanti.

Ecco l’elenco di alcune delle principali essenze botaniche messe a dimora. Osmanthus aquifolium, Hedera helix aureovariegata, Trachelospermum jasminoides, Clematis tangutica, Phillyrea angustifolia, Carex oshimensis ‘Everest’, Oenothera macrocarpa, Alchemilla mollis, Anemone japonica ‘Honorine Jobert’, Hemerocallis ‘Stella de Oro’.

Per immagini ecco qui l’evoluzione del cantiere del terrazzo con la stesura sul pavimento esistente di tutti gli impianti (elettrico e irrigazione). La costruzione di una pedana rialzata di nove centimetri e rivestita da doghe di frassino termo-trattato per esterni.

VERDEarchitettura_terrazzo milano san siro_01La formazione delle strutture per le tende e i supporti per i rampicanti.

VERDEarchitettura_terrazzo milano san siro_02

Il posizionamento delle fioriere e la messa a dimora delle piante affidato a giardinieri professionisti.

VERDEarchitettura_terrazzo milano san siro_03Ecco anche il layout del pogetto dell’intero

terrazzo.VERDEarchitettura_terrazzo in giallo milano san siro_10

Testo | Progetto | Photocredit © VERDEarchitettura

leggerezza | TISANA DRENANTE

Con l’arrivo dell’inverno le giornate si accorciano, si fa meno attività fisica e capita di sentirsi stanchi e pesanti. Per aiutarvi a star bene e riappropriarvi di quella ‘Leggerezza’ perduta ecco la nostra ricetta tutta naturale. Una buona tisana con un mix di erbe naturali pensato per favorire la ripresa del fisico. Vi sarà d’aiuto anche per prepararvi meglio alla maratona di pranzi e cene tipica delle feste natalizie, in modo che possiate concedervi una fetta di panettone in più.

Va_Tisana Leggerezza 01_x

BETULLA * Betula alba | foglie

Le Betulla è un albero originario dell’Asia che ama i climi freddi e la sua caratteristica inconfondibile è quella di avere una corteccia bianca che si sfalda in lamelle sottili. In erboristeria è utilizzato come un potente diuretico e antinfiammatorio e pertanto è perfetto per aiutare chi soffre di ritenzione idrica, gonfiore alle gambe e cellulite. Il suo potere antinfiammatorio è conferito dalla presenza di salicilati ed è qiundi controindicato per chi soffre di allergia all’Aspirina (acido acetilsalicilico).

CENTELLA ASIATICA * Centella asiatica | foglie

E’ una pianta erbacae perenne che ha numerosi principi attivi terapeutici in particolare è molto efficace per curare i disturbi causati da insufficienza venosa o più semplicemente pesantezza delle gambe in quanto la sua assunzione conferisce una maggiore elasticità e tono ai vasi sanguigni.

TE’ VERDE * Camellia sinensis | foglie

Alimento di grande successo in questi ultimi anni per le sue ottime virtù antiossidanti che lo rendono un valido supporto per aiutare l’organismo a contrastare gli effetti negativi dei radicali liberi (responsabili nei processi che causano vari tipi di degenerazione cellulare).  Pochi sanno che il tè verde contiene, in concentrazioni molto piccole, delle sostanze che aumentano il metabolismo favorendo la perdita di peso perché hanno anche un potere diuretico e anoressizzante cioè di soppressione dello stimolo della fame. La bassa concentrazione di queste sostanze limita pertanto l’effetto bruciagrassi, tuttavia la sua assunzione male non fa.

ARANCIO AMARO * Citrus x aurantium | scorze

L’arancio amaro è un albero originario della Cina importato in Europa dagli Arabi nel X secolo. Da non confondere con l’arancio dolce Citrus x sinesis. Possiede una polpa amara motivo per cui è utilizzato raramente come frutto da pasto. L’arancio amaro è molto impiegato nell’industria farmaceutica e alimentare soprattutto per realizzare le ben note marmellate d’arancio amaro. Dell’arancio amaro si utilizzano in erboristeria i fiori, le foglie ma anche la scorza del frutto che contiene un’importante sostanza nota come sinefrina che ha un effetto anoressizzante cioè “blocca fame” e termogenetico cioè “brucia grasso”. La sinefrina è infatti una sostanza che stimola la termogenesi cioè il consumo di energia da parte del nostro organismo, innalzando il nostro metabolismo e avendo un effetto anoressizzante che aiuta nelle diete per il controllo del peso.

Va_tisana Leggerezza_Citrus_03_xVa_tisana Leggerezza_Citrus_04_x

BARDANA * Arctium lappa | radice

E’ una pianta erbacea biennale molto comune in tutta Italia e che si trova facilmente anche nei prati in primavera; la parte utilizzata di questa pianta è la radice, dal sapore molto amaro, raccolta prima della fioritura primaverile e poi fatta essiccare. La radice di bardana utilizzata nelle tisana ha proprietà diuretiche e sudorifere.

SAMBUCO *  Sambucus nigra | fiori e foglie

E’ un arbusto alto circa 4/5 metri molto comune in Italia che nasce spontaneo nei luoghi incolti e che si nota durante la sua fioritura primaverile per la profusione di fiori bianchi che lo fa assomigliare a una enorme nuvola bianca. I fiori si trasformano poi in bacche nere violacee molto belle dall’aspetto lucido e turgido e commestibili da non confondere con quelle del Sambucus ebulus invece velenoso. Se non si è più che esperti in botanica meglio non raccogliere i suoi frutti.  I suoi fiori favoriscono la sudorazione ed è quindi molto indicato per eliminare le tossine dal corpo con un effetto rigenerante e purificante. Ha inoltre un leggero effetto lassativo quindi meglio non esagerare con le proporzioni di Sambuco nelle tisane.

Va_Tisana Leggerezza 02_x

Ricetta per 100 gr di ‘Leggerezza’ TISANA DRENANTE
20 gr BETULLA
20 gr TE’ VERDE
15 gr ARANCIO AMARO
15 gr BARDANA
 20 gr CENTELLA ASIATICA
10 gr SAMBUCO

TERRAZZO VERDE ACQUAMARINA

vA_T acquamarina_01_titolo

I colori freschi e leggeri delle maioliche bianche e verde acquamarina sono stata la prima ispirazione. Va_T acquamarina_03

Il deck in legno naturale con doghe posate a correre era un forte desiderio dei proprietari per poter ricreare sul terrazzo la stessa piacevole sensazione di un parquet.

Va_T acquamarina_02La tenda scorrevole che ripara dal sole forte e da qualche temporale imprevisto era una necessità per aumentare il comfort del vivere all’aperto.

Va_T acquamarina_04Un tavolo al di sotto della tenda è sufficiente per una colazione all’aperto, oppure come prolungamento dello studio verso il giardino.

Va_T acquamarina_05Una selezione di graminacee e perenni a bassa manutenzione in sintonia con l’esposizione verso sud sono gli elementi essenziali di questo  semplice terrazzo all’ultimo piano di uno storico quartiere milanese.

Va_T acquamarina_06aVa_T acquamarina_06bGrazie alla ristrutturazione globale dei 40 mq esterni la sensazione che si percepisce è quella che la zona notte e lo studio si aprano magicamente verso il cielo.

Va_T acquamarina_06cEcco com’era lo stato di fatto del terrazzo al nostro primo sopralluogo per il rilievo. Va_T acquamarina_07

Così è come lo abbiamo lasciato dopo l’aperitivo di inaugurazione a luglio 2015 con i proprietari!!!

Va_T acquamarina_08Progetto del terrazzo + Photocredit © VERDEarchitettura

GREEN AND WHITE TERRACE | ENGLISH TEXT

The fresh colours of aquamarine green and white tiles, the wooden deck and a selection of natural grasses and perennials, requiring little maintenance and suitable with exposure to the south, are the essential elements of this simple terrace on the top floor of a historic district of Milan. Thanks to the global restructuring of 40 square meters outside the sensation that we perceive is that the bedroom and the study will magically open skyward.

http://www.verdearchitettura.com/en/portfolio/green-and-white-terrace/

A SETTEMBRE VI ASPETTIAMO IN TERRAZZO

Siamo tornate dalle vacanze che per noi quest’anno sono state molto lunghe, piene di momenti di relax, viaggi e ispirazioni. Stiamo già lavorando con progetti di terrazzi come questo che abbiamo pensato per poter trascorrere molte ore della giornata all’esterno, coltivare piccole piante e rimanere il più possibile a contatto con la natura.

vA_BLOG_SETTEMBRE TERRAZZO 01 copiavA_BLOG_SETTEMBRE TERRAZZO 02

vA_BLOG_SETTEMBRE TERRAZZO 03vA_BLOG_SETTEMBRE TERRAZZO 04vA_BLOG_SETTEMBRE TERRAZZO 05vA_BLOG_SETTEMBRE TERRAZZO 06vA_BLOG_SETTEMBRE TERRAZZO 07Progetto del terrazzo + Photocredit © VERDEarchitettura

DATURA STRAMONIUM | BELLA E IMPOSSIBILE

Con sorpresa e un po’ di incredulità ieri ci siamo imbattute in una pianta quasi leggendaria, di cui tante volte abbiamo letto e con una storia davvero curiosa e avvincente.Va_Datura stramonium 02_ok copia


Si tratta della bella e temibile Datura stramonium, una pianta erbacea spontanea molto rustica che produce fiori a campanula grande e sorprendentemente belli. Un gioiello della natura da guardare per il candore puro dei suoi fiori bianchissimi quasi azzurrati che si aprono solo dopo il tramonto e per il profumo leggerissimo di gelsomino e di pesca un po’ dolciastro. Un fiore delicato ma che nasconde un’insidia non trascurabile determinata dal fatto che la pianta, in ogni sua parte, fiori foglie e soprattutto semi,  contiene potenti alcaloidi allucinogeni che la rende estremamente pericolosa se ingerita. Quindi un fiore da guardare, ma.. non toccare!!! Eh sì.. Non si scherza con la Datura stramonium e tutto sommato, riflettendo, pensiamo che ai giorni nostri ci vada anche bene perché c’era un tempo in cui bastava possederla per finire sul rogo con l’accusa di stregoneria.  Non è un caso che il suo nome comune, quello temibile con il quale è passata alla storia, sia  proprio di “erba delle streghe”.Va_Datura stramonium 01_ok copia


Seguite questo link per scoprire com’è il fiore quando si apre…

Se poi volete approfondire il tema delle piante velenose vi consigliamo di curiosare in questo sito inglese The Poison Garden

 

La vacanza continua in terrazzo

Per rendere più soft il rientro in città è possibile prolungare l’effetto delle vacanze attrezzando il proprio terrazzo per trascorrere pomeriggi e serate in tutto relax trasformandolo in un luogo ancora estivo e gradevole.

Il terrazzo è l’estensione all’esterno della propria casa, una vera stanza in più a cielo aperto che a seconda della stagione si può arredare a tema. Quinte vegetali realizzate con piante rampicanti e un’esplosione di fiori violetti disposti in piccole bordure forniscono un impatto naturale che fa dimenticare ancora per un po’ l’ambiente urbano. Scegliendo per le fioriere tinte sui toni caldi giallo ocra e per i vasi grigi freddi color zinco si crea un ambiente che di giorno è ludico e pronto a diventare lo spazio per il gioco dei bimbi mentre di sera è perfetto per una cena con gli amici.

Progetto del terrazzo + Photocredit © VERDEarchitettura