TERRAZZO A MILANO | Santa Maria delle Grazie

A Milano un grande terrazzo con vista sull’abside della chiesa di Santa Maria delle Grazie

VERDEarchitettura - Terrace in Milano Italy

La sistemazione dei 150 mq è stata curata da VERDEarchitettura per la seconda volta dopo una prima realizzazione terminata nel 2005.

VERDEarchitettura - Terrace in Milano ItalyLe due pavimentazioni in teak e in gres blu grigio dividono lo spazio pranzo dalla zona relax.

VERDEarchitettura - Terrace in Milano ItalyVERDEarchitettura - Terrace in Milano Italy Le pergole e tutti i graticci sono stati realizzati su disegno, come anche le fioriere in lamiera di ferro zincato tutto rigorosamente di colore blu scuro.

VERDEarchitettura - Terrace in Milano ItalyVERDEarchitettura - Terrace in Milano Italy La scelta del verde ha privilegiato le fioriture primaverili ed inizio autunnale periodo in cui i proprietari godono maggiormente dello spazio esterno. Rose rampicanti Pierre de Ronsard e Palais Royal rivestono con generose fioriture profumate nel mese di maggio i grigliati principali con cuscini di lavande e Delphinium. Gelsomini botanici (Jasminum officinalis) salgono sui grigliati dei due lati del terrazzo.

Va_terrazzo a milano_07VERDEarchitettura - Terrace in Milano Italy Molte erbacee perenni da ombra sono state utilizzate per le parti vicino all’uscita dell’abitazione e piccoli arbusti sempreverdi con erbacee perenni da fiore sui colori giallo arancio per le fioriere delle ringhiere laterali.

VERDEarchitettura - Terrace in Milano ItalyVa_terrazzo a milano_09VERDEarchitettura - Terrace in Milano ItalyIn questo terrazzo, come desiderato dalla proprietaria appassionata di giardini e con raffinato gusto nella scelta di arredi e complementi, non manca mai una fioritura anche quando non lo vive nessuno. [Photocredit © VERDEarchitettura]

www.verdearchitettura.com

 

ENGLISH TEXT

TERRACE IN MILANO | Overlooking the apse of Santa Maria delle Grazie in Milan, the terrace of 150 square meters was renovated in 2013 by VERDEarchitettura for the second time, after a first implementation completed in 2005.The two floors, one in teak and the other one in blue/gray stoneware, divide the space from the dining area to the relax area. The pergolas and trellis were all custom-designed, as well as flower boxes galvanized iron sheet and everything is strictly in dark blue . The choice of plants favoured spring and early autumn blooming, when owners spend most of their time in the outdoor space. Climbing roses “Pierre de Ronsard” and “Palais Royal , generous with scented blooms in May, cover the trellis where you can find below pillows of lavender and delphinium. Botanical jasmine (Jasminum officinalis) climbs onto the grid of the two sides of the terrace. Many herbaceous perennials for shade have been used for the parts near the exit of the home, and small evergreen shrubs, placed together with yellow/orange blossom herbaceous perennials, are present inside the flower boxes of the side railing. On this terrace, as desired by the owner, a lady passionate for gardens and refined style in the choice of furnishings and accessories, never missing a flowering even during the winter when none of the family is using the space outside. [Photocredit © VERDEarchitettura]

http://www.verdearchitettura.com/en/

Va_terrazzo a milano_11VERDEarchitettura - Terrace in Milano ItalyVERDEarchitettura - Terrace in Milano Italy

Tour nell’Orto Botanico di Brera | Milano

Ricreare nel proprio giardino quell’effetto di prato spontaneo primaverile con un mare di fiorellini azzurri

base bianca_FIORELLINI AZZURRI copiaVi siete mai persi a guardare un prato di campagna in primavera? Noi si, e anche parecchie volte!!! Ecco qui qualche suggerimento per la scelta di varietà di perenni a fioritura primaverile tutte di colore azzurro. Non stiamo parlando di nulla di difficile o complicato. Appartenenti alla famiglia delle Boraginacee, sono specie abbastanza comuni e rustiche e si trovano con facilità presso vivai e garden specializzati.

*Myosotis sylvatica [NON TI SCORDAR DI ME] un classico che non necessita di presentazioniVa_myosotis sylavtica_01

*Brunnera macrophylla [BRUNNERA] pianta erbacea perenne, cugina meno nota del ‘Non ti scordar di me’. Molto apprezzata per il portamento leggero e luminoso dei fiorelli azzurri che sbocciano tra aprile e maggio. I fiori  ondeggiano al di sopra di verdi foglie rustiche a forma di cuore che formano un cuscino sul terreno. La Brunnera ama un’esposizone tra l’ombra e la mezz’ombra. Spesso si autosemina nelle stagioni successive alla messa a dimora. Va_brunnera macrophylla_02

* Brunnera macrophylla ‘Jack Frost’ Qui esageriamo un po’ e sconfiniamo nel molto decorativo. Questa varietà di Brunnera, oltre ai bellissimi ed aerei fiorellini azzurri, presenta foglie cuoriformi con delicata variegatura di colore verde argenteo e verde menta. Una meraviglia che risalta se viene impiegata in zone del giardino in ombra. Interessante anche durante le ore successive al tramonto. Va_brunnera macrophylla jack frost_03

*Omphalodes verna [OCCHI DELLA MADONNA] questa piccola perenne appartiene alla flora spontanea dei boschi umidi dell’area prealpina. Una vera madeleine che fa ritornare tutti bambini. Non è facile da trovare nei garden, ma tentar non nuoce..

Va_omphalodes verna_04Per scoprire o ripassare queste ed altre interessanti specie botaniche vi consigliamo una passeggiata all’Orto botanico di Brera a Milano. Va_orto botanico brera milano_06

E’ qui che abbiamo fotografato al volo queste belle piante mentre stavamo visitando le installazioni del Fuori Salone 2015. Va_orto botanico brera milano_07

[Foto ©VERDEarchitettura]

E’ primavera.. tutti fuori in giardino!!!

Sul numero di primavera della rivista funnyVEGAN i consigli di VERDEarchitettura per accogliere nel proprio giardino e terrazzo la stagione più attesa dell’anno.
“Non sembra vero , ma la primavera è arrivata i segnali si vedono in ogni giardino anche in quelli più trascurati. Prepariamoci ad accogliere questo momento tanto aspettato con tutto quello che serve per cominciare al meglio la bella stagione. Il primo passo è quello di preparare uno spazio strategico in cui mettere a dimora alcune varietà di piante che ci fanno percepire con più intensità i colori, i profumi e la luminosità delle giornate che ci accompagneranno fino all’arrivo dell’estate.”

funny vegan primavera verdearchitettura 01funny vegan primavera verdearchitettura 02funny vegan primavera verdearchitettura 03

 

COME NASCE UN TERRAZZO

Siamo a Milano. Dopo un lungo inverno in cui abbiamo progettato e pianificato i lavori siamo pronti per partire con il cantiere. A febbraio fa freddo e piove, ma ciò non ci impedisce di realizzare una pedana in doghe di frassino termo-trattato sotto la quale predisponiamo tutti gli impianti. Arriva marzo e spunta anche un po’ di sole. Questo ci permette di installare le strutture delle tende e i panneli in salice che rivestono le fioriere recuperate dalla vecchia gestione del terrazzo. Ad aprile la primavera è meravigliosa ed è proprio il momento giusto per la messa a dimora di tutte le piante che abbiamo selezionato nei migliori vivai.

Va_terrazzo a milano 01 copiaA maggio le giornate sono perfette per cui facciamo arrivare gli arredi modulari scelti per godersi il terrazzo in totale libertà. C’è anche il tempo adatto per portare sul terrazzo una PERSONAL RUN e iniziare ad allenarsi all’aperto con vista su una profumata parete di gelsomino, che fiorisce proprio tra maggio e giugno.

Va_terrazzo a milano 02 copiaA settembre tutte le piante son cresciute e l’effetto giardino è raggiunto. Siamo pronti per scatti fotografici seri.. guardate qui

progetto VERDEarchitettura

 

ORTICOLARIO 2014 | VERDEarchitettura progetta lo spazio della rivista DOVE Rcs

Lo studio VERDEarchitettura brandinelli-refaldi architetti paesaggisti progetta e mette in scena a Orticolario 2014 il giardino del magazine DOVE Rcs.

Va_ort14_dove_01

Descrizione del progetto

Abbiamo pensato ad un giardino per rilassarsi, sospesi come in un’oasi circondata da piante provenienti da tutte le parti del mondo. Dentro fioriere metalliche, che viste dall’alto sembrano grandi foglie cadute a terra, si possono ammirare collezioni di piante dai colori, dalle forme e dalle textures evocative che fanno immaginare nuove mete ancora da scoprire. Camminando sopra un ghiaietto in pietra impreziosito da giochi cromatici, diveniamo parte di un mosaico con altre foglie fuori scala. Al centro dello spazio una pergola in legno con arredi essenziali, colorati con tinte dalle tonalità luminose, e sedute informali intrecciate a mano. Come quinte sullo sfondo ecco dei pannelli divisori. Una rivisitazione contemporanea dell’antico paravento, con tessuti stampati con fotografie di paesaggio: il mare, il bosco e le dune del deserto, per riposarsi, immergersi nei profumi e compiere un vero e proprio viaggio olfattivo. Pensando ad un giardino tropicale abbiamo trovato meravigliosi esemplari di piante provenienti da tutto il mondo, eccone alcune che abbiamo selezionato per il giardino di DOVE. Alcune di queste varietà oggi sono molto conosciute e diffuse come piante da interni.. ma voi sapete da dove provengono e quanto hanno viaggiato un tempo prima di arrivare alle nostre latitudini?

PLANT LIST

Alocasia macrorrhiza ASIA TROPICALE | Dypsis lutescens (syn. Areca palm) MADAGASCAR |Ficus rubiginosa (syn. Ficus australis) AUSTRALIA | Howea forsteriana (syn. Kentia palm) OCEANO PACIFICO | Monstera deliciosa GUATEMALA/MESSICO | Tetrastigma voinierianum  (syn Cissus tetrastigma) ASIA/MALESIA/AUSTRALIA | Begonie rizomatose da collezione tra cui Begonia ‘Burle Marx’ SUD AMERICA

Dal 3 al 5 ottobre alla 6a edizione di Orticolario, Villa Erba, Cernobbio (CO),  Ala Lario, stand 4

Altre immagini del giardino di DOVE potete vederle sul nostro sito www.verdearchitettura.it

Per la realizzazione dello stand ringraziamo: Florio Home (fioriere, e strutture) | Bellamoli e Tutor International (pavimento in ghiaietto e alveolare stabilizzante) | Cappellini Giardinieri (piante) | A-man, Ethimo e Moroso (arredi) | Serralunga (illuminazione) | RG di Giorgio Cominardi (giardiniere)

Partner dell’evento: Dr. Vranjes | Perfume Jockey | Pasqualina | Verdevivo

 

Risveglio naturale

Delle fasi della giornata, quella del risveglio mattutino è una delle più importanti, da cui  dipenderà il nostro stato d’animo per il resto del giorno.Va_01_aquilegia caerulea crimson star


Abbinare ai rituali e alle abitudini più intime e personali di quei momenti alcuni elementi della natura può essere una ventata di freschezza e una fonte di ispirazione. Svegliarsi a pochi passi da un angolo fiorito a contatto della natura, aumenta il nostro stato di benessere e facilita il nostro buon umore. Se dalla camera da letto si ha la fortuna di poter uscire su un balcone o su un terrazzo, ecco il nostro consiglio per organizzare una piccola bordura fiorita del “buon risveglio”. Abbiamo selezionato un mix di piante erbacee perenni e graminacee ornamentali di piccola dimensione, che possono essere messe a dimora in cassette dalle misure contenute. Le foglie e le fioriture scelte sono di colori pastello con qualche tocco di tono più intenso. Le loro forme sono volutamente un po’ elaborate e ricche di dettagli per incantare lo sguardo e spingerci ad una fase contemplativa. Va_02_campanula persicifolia telham beautyVa_03a_aquilegia-stipa tenuissimaVa_05_heuchera palace purple

Va_03_aquilegia-stipa tenuissima


Se lo spazio a disposizione è maggiore, ecco una panca in doghe di legno per esterni con una fioriera lineare incorporata. In questo modo, nella bella stagione, è possibile sedersi su questo elemento disegnato su misura per toccare con mano le foglie e le corolle dei fiori, sentire i profumi e magari sorseggiare un primo caffè o un tè nella natura.Va_06_panca 01Va_07_panca 02


* PLANT LIST  “RISVEGLIO NATURALE” | Aquilegia caerulea ‘Crimson Star’ | Campanula persicifolia ‘Alba’ | Campanula persicifolia ‘Telham Beauty’ | Stipa tenuissima | Heuchera americana ‘Marvelous Marble’ | Heuchera americana ‘Palace Purple’

Progetto & Immagini © VERDEarchitettura

 

FIL ROUGE | le erbacee perenni

Una nuova collezione di Echinacee e Rudbeckie per gli amanti dei colori caldi autunnali

Va_echinacea_01w

In giardino quando è autunno e le giornate diventano più corte tutti i colori delle piante si fondono nei verdi, marroni e grigi. Un buon espediente per ravvivare un momento dell’anno in cui le ore all’aperto sono contate e ricordarsi che là fuori c’è ancora un giardino che può regalare emozioni è mettere a dimora un po’ di erbacee perenni con fioriture di colori accesi. Molto semplici, rustiche e con grande fiore a forma margherita le Echinacee sono una tipologia di erbacee perenni che amiamo particolarmente. Hanno un’ottima resa in bordure assolate di giardini da vivere tutto l’anno. Dopo aver utilizzato in molti progetti di giardini e terrazzi le classiche E. purpurea con petali di colore rosa, violetto etc. abbiamo voluto provare con alcune varietà meno conosciute, ma di cui ci siamo subito innamorate. Per il progetto del giardino FIL ROUGE che abbiamo allestito a Villa Erba eravamo alla ricerca di sfumature di colori sul giallo arancio e rosso e così abbiamo impiegato in grande quantità Echinacea ‘Cheyenne Spirit’. Si tratta di una varietà ibrida di Echinacea che viene riprodotta da seme per cui non c’è stabilità sul colore e la bellezza di questa erbacea perenne è proprio che nascono piante con fiori di colori uno differente dall’altro, ma che se utilizzati in abbondanza formano una palette di colori veramente interessante. I petali sono lunghi e stretti e di vivaci sfumature di arancio, rosso rosa, giallo, viola e crema che circondano la parte centrale del fiore di forma conica e di colore marrone. In inglese il nome comune è  infatti Coneflower.

Va_echinacea_03_w Va_echinacea_04_wVa_echinacea_05_wPer rendere più caldi i colori della bordura abbiamo associato le Echinacee ad alcune varietà di Rudbeckia  con petali di colore giallo zafferano contastati dal centro del fiore di colore bronzo-marrone. Per la fornitura ci siamo rivolti a Zanelli un vivaio specializzato nella produzione di piante perenni un po’ speciali. Siamo andate fare una visita alle loro serre per scegliere personalmente e siamo rimaste molto impressionate dalla bellezza e qualità di tutte le piante che stavano preparando per le fiere autunnali e primaverili.

Va_rudbeckia_fulgida_Goldsturm_03_wVa_rudbeckia__02_Rustic Dwarf_wVa_rudbeckia_Henry_Eliers_01_w

Elenco perenni autunnali per una bordura dai colori solari : Echinacea ‘Cheyenne Spirit’ | Echinacea ‘ Now Cheesier’ | Echinacea purpurea ‘Hot Papaya’ | Rudbeckia fulgida ‘Goldsturm’ | Rudbeckia hirta ‘Rustic Dwarf’ | Rudbeckia subtomentosa ‘Henry Eilers’

Vivaio Zanelli – Montichiari (BS)

[Photocredit © VERDEarchitettura]