Dal giardino al terrazzo

Il primo sopralluogo nel giardino o nel terrazzo che verrà è sempre il più importante.

In questa stagione ci capita continuamente di essere interpellati per visitare giardini in campagna da progettare e costruire ex-novo, terrazzi in città da rinnovare in modo completo, oppure per sistemazioni finali in cui la proposta di progetto che ci viene chiesta riguarda solo gli arredi, le piante, le fioriere e l’illuminazione. Ci capita di visitare spazi ormai da tempo lasciati a se stessi, con piante sopravvissute, più che curate e spesso acquistate sulla base di un innamoramento per il singolo esemplare oppure consigliate non si sa bene da chi e in base a quali riflessioni.

Non è facile, ma dobbiamo spiegare a chi ci chiama che è necessaria una riconsiderazione generale anche un po’ drastica, che a volte comporta privarsi proprio delle presenze più ingombranti. Lo scopo è quello di riconquistare lo spazio perduto e operare una tabula rasa per mettere a dimora un nuovo concetto di giardino o di terrazzo che possa soddisfare le esigenze del momento e quelle future di chi ci incarica del progetto e vivrà in quei luoghi.

Poi però ci sono casi unici e rari come quello di cui vi vogliamo raccontare, che ci sorprendono. Veniamo contattate per un progetto di uno spazio terrazzo nella provincia, un terrazzo semplice, vuoto e di piccole dimensioni, ma che ha un buon potenziale, poiché è ben esposto alla luce ed è la quinta esterna degli ambienti principali di un bell’appartamento in stile contemporaneo. Dopo aver eseguito il veloce rilievo veniamo portate dal proprietario a visitare un giardino in cui ha vissuto a lungo prima di spostarsi nell’attuale appartamento con terrazzo. Lo scopo è quello di comunicarci il tipo di piante amate e l’approccio alla dimensione della natura. Qui avviene la magia.  

Aprendo la porta di un piccolo giardino che corre tutto lungo l’abitazione abbiamo modo di osservare un susseguirsi di fioriture primaverili meravigliose, che spesso abbiamo difficoltà a far capire ai nostri clienti, che sempre più cercano semplificazione, bassa manutenzione e poche fioriture da gestire durante l’anno. Ecco alcune immagini veloci e di Pittosporum variegati, Deutzia, Peonie arbustive, Viburnum plicatum in varietà in fiore e una collezione di arbusti spoglianti e sempreverdi con fiori in primavera di grandi dimensioni e di colori chiari. 

Torneremo in questo giardino altre volte per osservare le fioriture di quelle piante che danno il loro meglio in tarda primavera e poi in estate. In questi giorni stiamo elaborando il progetto del terrazzo.. vi racconteremo il seguito. Per intanto vi auguriamo un buon proseguimento di primavera da trascorrere tutta in giardino e in terrazzo, ma ricordate di considerare nella scelta delle piante anche qualche varietà che vi possa sorprendere ogni anno con la sua dirompente energia di foglie e petali.


  Immagini (c) VERDEarchitettura

Fiori rossi a San Valentino e anche dopo..

Anna Flower Designer | TOTAL RED

Il colore rosso a noi piace proprio molto.. chi ci segue lo sa!!! Il Fil Rouge, ovvero quell’invisibile legame che a volte per caso ed altre volte inseguendo l’amore per i fiori e la natura, ci ha portato in uno show-room dove siamo state rapite da un bellissimo allestimento ispirato alla festa di San Valentino. Siamo da ANNA FLOWER DESIGNER in provincia di Varese a mezz’ora da Milano, dove passione e meraviglia sono di casa.

VERDEarchitettura_blog_01_anna flower designer-gloriosa rothschildiana

L’allestimento della flower designer Anna Tacca  per San Valentino 2016 ha come protagonista la Gloriosa superba ‘Rothschildiana’ che, come suggerisce il nome altisonante, è un fiore dall’aspetto vistoso ed esotico che non lascia indifferente chi lo vede per la prima volta. La Gloriosa infatti ricorda una fiammella che brucia e il suo colore rosso vivace fa pensare al fuoco, quindi è l’interprete più appropriato per una serata dedicata all’amore. La sua presenza domina l’ambiente in maniera discreta, in modo delicato e leggero, nonostante il suo portamento un po’ impertinente.

VERDEarchitettura_blog_02_anna flower designer-gloriosa rothschildianaVERDEarchitettura_blog_03_anna flower designer-gloriosa rothschildiana

Non solo Gloriosa, ma anche altre proposte piene di bellezza ed eleganza, proprio come Anna,  riempiono il Flower Store di  “ANNA FLOWER DESIGNER” questa sera in total red. Tutto ci ispira molto e non vediamo l’ora di portare a casa un po’ di questo stile per accendere di colore gli ultimi giorni invernali ancora un un po’ freddi.

VERDEarchitettura_blog_04_anna flower designer-san valentino

 

Allestimento: Anna Flower Designer  – Piazza Libertà, 2 – 21012 Cassano Magnago (VA)

Testo e immagini: VERDEarchitettura

 

 

Risveglio naturale

Delle fasi della giornata, quella del risveglio mattutino è una delle più importanti, da cui  dipenderà il nostro stato d’animo per il resto del giorno.Va_01_aquilegia caerulea crimson star


Abbinare ai rituali e alle abitudini più intime e personali di quei momenti alcuni elementi della natura può essere una ventata di freschezza e una fonte di ispirazione. Svegliarsi a pochi passi da un angolo fiorito a contatto della natura, aumenta il nostro stato di benessere e facilita il nostro buon umore. Se dalla camera da letto si ha la fortuna di poter uscire su un balcone o su un terrazzo, ecco il nostro consiglio per organizzare una piccola bordura fiorita del “buon risveglio”. Abbiamo selezionato un mix di piante erbacee perenni e graminacee ornamentali di piccola dimensione, che possono essere messe a dimora in cassette dalle misure contenute. Le foglie e le fioriture scelte sono di colori pastello con qualche tocco di tono più intenso. Le loro forme sono volutamente un po’ elaborate e ricche di dettagli per incantare lo sguardo e spingerci ad una fase contemplativa. Va_02_campanula persicifolia telham beautyVa_03a_aquilegia-stipa tenuissimaVa_05_heuchera palace purple

Va_03_aquilegia-stipa tenuissima


Se lo spazio a disposizione è maggiore, ecco una panca in doghe di legno per esterni con una fioriera lineare incorporata. In questo modo, nella bella stagione, è possibile sedersi su questo elemento disegnato su misura per toccare con mano le foglie e le corolle dei fiori, sentire i profumi e magari sorseggiare un primo caffè o un tè nella natura.Va_06_panca 01Va_07_panca 02


* PLANT LIST  “RISVEGLIO NATURALE” | Aquilegia caerulea ‘Crimson Star’ | Campanula persicifolia ‘Alba’ | Campanula persicifolia ‘Telham Beauty’ | Stipa tenuissima | Heuchera americana ‘Marvelous Marble’ | Heuchera americana ‘Palace Purple’

Progetto & Immagini © VERDEarchitettura

 

FIL ROUGE | le erbacee perenni

Una nuova collezione di Echinacee e Rudbeckie per gli amanti dei colori caldi autunnali

Va_echinacea_01w

In giardino quando è autunno e le giornate diventano più corte tutti i colori delle piante si fondono nei verdi, marroni e grigi. Un buon espediente per ravvivare un momento dell’anno in cui le ore all’aperto sono contate e ricordarsi che là fuori c’è ancora un giardino che può regalare emozioni è mettere a dimora un po’ di erbacee perenni con fioriture di colori accesi. Molto semplici, rustiche e con grande fiore a forma margherita le Echinacee sono una tipologia di erbacee perenni che amiamo particolarmente. Hanno un’ottima resa in bordure assolate di giardini da vivere tutto l’anno. Dopo aver utilizzato in molti progetti di giardini e terrazzi le classiche E. purpurea con petali di colore rosa, violetto etc. abbiamo voluto provare con alcune varietà meno conosciute, ma di cui ci siamo subito innamorate. Per il progetto del giardino FIL ROUGE che abbiamo allestito a Villa Erba eravamo alla ricerca di sfumature di colori sul giallo arancio e rosso e così abbiamo impiegato in grande quantità Echinacea ‘Cheyenne Spirit’. Si tratta di una varietà ibrida di Echinacea che viene riprodotta da seme per cui non c’è stabilità sul colore e la bellezza di questa erbacea perenne è proprio che nascono piante con fiori di colori uno differente dall’altro, ma che se utilizzati in abbondanza formano una palette di colori veramente interessante. I petali sono lunghi e stretti e di vivaci sfumature di arancio, rosso rosa, giallo, viola e crema che circondano la parte centrale del fiore di forma conica e di colore marrone. In inglese il nome comune è  infatti Coneflower.

Va_echinacea_03_w Va_echinacea_04_wVa_echinacea_05_wPer rendere più caldi i colori della bordura abbiamo associato le Echinacee ad alcune varietà di Rudbeckia  con petali di colore giallo zafferano contastati dal centro del fiore di colore bronzo-marrone. Per la fornitura ci siamo rivolti a Zanelli un vivaio specializzato nella produzione di piante perenni un po’ speciali. Siamo andate fare una visita alle loro serre per scegliere personalmente e siamo rimaste molto impressionate dalla bellezza e qualità di tutte le piante che stavano preparando per le fiere autunnali e primaverili.

Va_rudbeckia_fulgida_Goldsturm_03_wVa_rudbeckia__02_Rustic Dwarf_wVa_rudbeckia_Henry_Eliers_01_w

Elenco perenni autunnali per una bordura dai colori solari : Echinacea ‘Cheyenne Spirit’ | Echinacea ‘ Now Cheesier’ | Echinacea purpurea ‘Hot Papaya’ | Rudbeckia fulgida ‘Goldsturm’ | Rudbeckia hirta ‘Rustic Dwarf’ | Rudbeckia subtomentosa ‘Henry Eilers’

Vivaio Zanelli – Montichiari (BS)

[Photocredit © VERDEarchitettura]

 

GARDEN PARTY | GiardinaZÜRICH 2013

Mentre a Zurigo nevica la primavera è arrivata in anticipo a Giardina|Leben im Garten2013 dove si possono visitare alcuni tra i più bei giardini che ispireranno le prossime stagioni.Festa in giardino_Ethimo-VERDEarchitettura_Giardina_03_72 dpi_blog copia

VERDEarchitettura ha progettato e realizzato GARDEN PARTY il giardino primaverile di ETHIMO per la prima volta presente alla Garten Messe  GiardinaZÜRICH.

Margherite dal Sud Africa

Vigorosa come la terra da cui proviene Osteospermum è generosissima di fiori con petali pieni di sfumature dai colori pastello

Progettando le bordure del giardino esposte al sole che fioriranno in primavera e per tutto il periodo estivo Osteospermum si rivela la scelta perfetta per riempire ampi spazi che si coloreranno intensamente e in modo vivace. I fiori sono vistosi a forma di margherita, le foglie sono semplici o lobate e spesso profumate, il portamento è sferico o prostrato a seconda della varietà. Molto adatta anche per essere messa a dimora in ampie fioriere, l’Osteospermum teme il gelo e nella stagione invernale va protetta o riparata in una serra. Il nostro consiglio è di abbinare il colore dell’arredo della zona che circonda le bordure con quello delle bellissime margherite africane. Ecco alcune delle varietà che amiamo di più : Osteospermum jucundum, Osteospermum ‘Buttermilk’, Osteospermum ‘Lemon Symphony’ e Osteospermum ecklonis Tradewinds.

Foto © VERDEarchitettura

Giardino d’inverno

Passeggiando sul percorso di una vecchia ferrovia dismessa prendiamo ispirazione dalla natura alla ricerca di nuovi colori e textures

Sono passati ormai una ventina d’anni da quando i binari abbandonati e i ponti aerei di una vecchia linea ferroviaria nel pieno centro di Parigi sono diventati un parco urbano lineare molto curato dal punto di vista dell’impianto a verde tanto da essere interessante in tutte le stagioni compresa quella invernale. In una domenica mattina d’inverno fredda e poco luminosa graminacee ornamentali, rampicanti ed arbusti sempreverdi suggeriscono una palette di colori con gradazioni di tinte tenui e pennellate dai toni intensi. Le foglie vellutate al tatto  del Senecio greyi hanno una gradazione scura di grigio turchese con contorni madreperla, i petali del gelsomino invernale Jasminum nudiflorum sono giallo acidulo. Le spighe ondeggianti del Pennisetum hanno sfumature di beige chiarissimo che si stagliano sullo sfondo rosso intenso delle bacche di un Ilex aquifolium. Questi ed altri sono i suggerimenti che la natura regala…. basta solo fermarsi e lasciarsi ispirare.

Promenade plantèe | Paris 12eme


[Photocredit © VERDEarchitettura]